Tag: Facebook

Mozilla lancia Facebook Container, un componente aggiuntivo di Firefox per limitare il tracciamento dei dati sul web

Mozilla lancia Facebook Container, un componente aggiuntivo di Firefox per limitare il tracciamento dei dati sul web

Webies
Il polverone sollevato dallo scandalo Facebook-Cambrige Analytica non si placa. A scendere in campo è anche la Mozila Foundation che ha riasciato un'estensione per il browser Firefox, Facebook Container, per per limitare il tracciamento dei dati sul web. Come funziona Facebook Container? Dopo aver installato l'estensione, il browser sarà disconnesso dall' account Facebook ed elimina tutti i cookie correlati. Quando si rivisita Facebook, l'estensione verrà eseguita in un contenitore isolato. In tal caso, il colore della scheda del browser sarà blu. Dopo l'accesso, si potrà Facebook come al solito. Ma quando si fa clic su un collegamento non Facebook o si visita un sito Web non Facebook dalla barra degli indirizzi, verrà caricato all'esterno del contenitore. Pertanto, impedirà a Fac
#deletefacebook , un hastag si aggira per l’internet

#deletefacebook , un hastag si aggira per l’internet

Cloudsheads
Dal 21 marzo scorso (2018) un hastag , `#delelefacebook, si aggira per l'internet rimbalzando da twitter a vari siti. L'autore non è esattamente uno sconosciuto , ma Brian Acton co-fondatore di WhatsApp. Il tweet fa seguito allo scandalo Facebook – Cambridge Analytica che ha rivelato un passaggio di dati personali (sottrazione o accordo poco importa ) dal colosso dei social network ala società britannica. Dati che sarebbero stati utilizzati per manipolare la campagna elettorale in favore di Donald Trump e persino della Brexit. Lo scandalo ha portato alla luce quello che tutti sapevano: non un spionaggio diretto da parte di Facebook, ma una profilazione spinta all'estremo e l'uso di algoritmi molto aggressivi che portano al così detto effetto "camera dell'eco" che certo non sono

Scandalo Facebook – Cambridge Analytica: quando il prodotto che acquisti è gratis la merce con cui paghi sei tu

Cloudsheads
Il recente scandalo che sta travolgendo il colosso dei social network Facebook e che lo vede, assieme alla società di consulenza Cambridge Analytica, protagonista dello smercio illegale dei dati di 50 milioni di utenti Facebook, che sarebbero poi stati utilizzati per confezionare messaggi politici personalizzati al fine di influenzare le elezioni presidenziali americane del 2016 e forse anche  dellaBrexit dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che Facebook campa dalla pubblicità e dai dati personali che noi gentilmente gli forniamo. E per usare una metafora non esattamente di buon gusto del consumatore non butta via niente: gusti personali  nei più svariati settori, tendenze sessuali, età, situazione familiare ed ovviamente tendenze politiche. Che li usi direttamente o indirettamente
feedback_mix.png