Manjaro Deepin un’ottima distrubuzione Linux che unisce solidità ed eleganza

Manjaro Deepin è una distribuzione Linux particolarmente adatta ed interessante per chi vuole unire solidità ed eleganza.

“Manjaro Linux è – legge su Wikipedia – basata su Arch Linux, ma utilizza dei repository propri. La distribuzione si propone di essere facile da usare, pur mantenendo la base di Arch, in particolare il gestore dei pacchetti Pacman e la compatibilità con gli Arch User Repository (AUR).[3] Le principali differenze tra Manjaro e Arch sono le seguenti:

  • “Manjaro offre dei supporti di installazione che predispongono una prima installazione completa (ad esempio, con l’ambiente grafico Plasma o Xfce preconfigurato); di contro, Arch Linux offre un’installazione minimale, lasciando all’utente la responsabilità di configurare il proprio sistema nel dettaglio.
  • Manjaro offre dei tool di autorilevamento e autoconfigurazione dell’hardware[4]. Ad esempio, in fase di installazione, rileva la scheda video usata e installa i driver appropriati.
  • Così come Arch Linux, Manjaro è una distribuzione rolling release, quindi i pacchetti sono aggiornati molto frequentemente con le ultime versioni del software. Questo aggiornamento in Arch Linux potrebbe richiedere delle riconfigurazioni manuali del software. In Manjaro in generale la riconfigurazione è eseguita automaticamente all’atto dell’aggiornamento, grazie ad appositi script.
  • Quasi tutti i pacchetti di Manjaro derivano da Arch Linux. L’aggiornamento dei pacchetti di Manjaro è ritardato di qualche giorno, per permettere di evidenziare l’insorgere di problemi, ed assicurare una maggiore stabilità del sistema. Fanno eccezione i pacchetti con correzioni di problemi di sicurezza, che sono rilasciati immediatamente.[5]
  • Manjaro supporta molteplici versioni del kernel Linux, e offre dei tool grafici per installare una o più versioni del kernel, a scelta dell’utente.”

Una volta scaricato dal sito la iso e preparato il cd o il pennino di installazione la procedura è abbastanza semplice ws è suffucuente seguire le istruzioni sullo schermo simili ad altre installazioni Linux.

Una volta terminata l’installazione ci troveremo di fronte alla elegante scrivania di Manjaro Deepin che ovviamente ha le caratteristiche di Deepin delle quali abbiamo parlato in post precedenti  cime il comodisimo Control Center da cui gestire in maniera semplice ed intuitica molte funzionalità del nostro sistema operativo.

Anche la dotazione software della distribuzione è molto interessante e si differenzia ovviamente da quella di Deepin in quanto offre direttamente pacchetti come LibreOffice e Firefox.

La dotazione dei pacchetti disponibili è ovviamente quello delle distribuzioni Arch Linux.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

feedback_mix.png
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: