Come utilizzare LibreOffice 6.2 su Linux Deepin in formato AppImage

Come abbiamo riferito in un recente post è stata rilasciata la versione 6.2 della notissima suite per l’ufficio LibreOffice con caratteristiche davverro intressantti. In attesa che quest’ultima versione sia disponibile sullo store di Deepin possiamo utilizzarla in versione portatile grazie al formato AppImage.

AppImage – legge nel sito https://it.libreoffice.org/download/appimage/ – è un formato di applicazione portatile per Linux che consente agli utenti di eseguire applicazioni sulle distribuzioni Linux rolling (ad esempio Arch, openSUSE Tumbleweed) e stabili (ad esempio Ubuntu LTS, CentOS) molto facilmente, senza necessità di dover installare o preoccuparsi di dipendenze. AppImages raggruppa, per l’esecuzione di un’applicazione, tutti i file necessari (ad es. librerie, traduzioni, icone, caratteri) che potrebbero non essere presenti sul sistema dell’utente.

LibreOffice AppImage è una versione portatile di LibreOffice per Linux che può essere eseguita da qualsiasi posizione (ad esempio unità locale, USB, CD, condivisione di rete) su tutte le più diffuse distribuzioni Linux, inclusi i loro CD live. LibreOffice AppImage è disponibile in tre versioni: Basic, Standard e Full, che supportano un diverso set di lingue.

AppImage è un formato di applicazione portatile per Linux che consente agli utenti di eseguire applicazioni sulle distribuzioni Linux rolling (ad esempio Arch, openSUSE Tumbleweed) e stabili (ad esempio Ubuntu LTS, CentOS) molto facilmente, senza necessità di dover installare o preoccuparsi di dipendenze. AppImages raggruppa, per l’esecuzione di un’applicazione, tutti i file necessari (ad es. librerie, traduzioni, icone, caratteri) che potrebbero non essere presenti sul sistema dell’utente.

LibreOffice AppImage è una versione portatile di LibreOffice per Linux che può essere eseguita da qualsiasi posizione (ad esempio unità locale, USB, CD, condivisione di rete) su tutte le più diffuse distribuzioni Linux, inclusi i loro CD live. LibreOffice AppImage è disponibile in tre versioni: Basic, Standard e Full, che supportano un diverso set di lingue.”

Come abbiamo riferito in un recente post è stata rilasciata la versione 6.2 della notissima suite per l’ufficio LibreOffice.

In attesa che quett’ultima versione sia disponibile sullo store di Deepin possiamo utilizzarla in versione portatile grazzie alformato AppImage.

AppImage – legge nel sito it.libreoffice.org – è un formato di applicazione portatile per Linux che consente agli utenti di eseguire applicazioni sulle distribuzioni Linux rolling (ad esempio Arch, openSUSE Tumbleweed) e stabili (ad esempio Ubuntu LTS, CentOS) molto facilmente, senza necessità di dover installare o preoccuparsi di dipendenze. AppImages raggruppa, per l’esecuzione di un’applicazione, tutti i file necessari (ad es. librerie, traduzioni, icone, caratteri) che potrebbero non essere presenti sul sistema dell’utente.

LibreOffice AppImage è una versione portatile di LibreOffice per Linux che può essere eseguita da qualsiasi posizione (ad esempio unità locale, USB, CD, condivisione di rete) su tutte le più diffuse distribuzioni Linux, inclusi i loro CD live. LibreOffice AppImage è disponibile in tre versioni: Basic, Standard e Full, che supportano un diverso set di lingue.

AppImage è un formato di applicazione portatile per Linux che consente agli utenti di eseguire applicazioni sulle distribuzioni Linux rolling (ad esempio Arch, openSUSE Tumbleweed) e stabili (ad esempio Ubuntu LTS, CentOS) molto facilmente, senza necessità di dover installare o preoccuparsi di dipendenze. AppImages raggruppa, per l’esecuzione di un’applicazione, tutti i file necessari (ad es. librerie, traduzioni, icone, caratteri) che potrebbero non essere presenti sul sistema dell’utente.

LibreOffice AppImage è una versione portatile di LibreOffice per Linux che può essere eseguita da qualsiasi posizione (ad esempio unità locale, USB, CD, condivisione di rete) su tutte le più diffuse distribuzioni Linux, inclusi i loro CD live. LibreOffice AppImage è disponibile in tre versioni: Basic, Standard e Full, che supportano un diverso set di lingue.”

La procedura per aver LibreOffice nel nostro sistema Deepin è davvero molto semplice. Una volta scaricata la versione desiderata da questo indirizzo https://it.libreoffice.org/download/appimage/

andiamo nella cartella donwloads e clicchiamo col tasto desto sull’icona del file scaricato

e qui da proprietà e poi Gestione Permessi abilitiamo la funzione “Permetti di seguire il programma”

Chiudiamo la finestra aperta e facciamo doppio clicck sukkpicno di LIbre Office che si aprirò offrendoci tutte le sue nuove potenzialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

feedback_mix.png
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: