Come installare i pacchetti .snap in Linux Deepin

Il mondo Linux, si sa, è caratterizzato anche dalle diverse forme di pacchettizzazione delle varie applicazioni che spesso variano da distribuzione a distribuzione. A questo punto debole cerca di porre rimedio Snappy, un prodotto della della Canonical (si proprio quella di Ubuntu).

Snappy – si legge su Wikipedia – è un gestore di pacchetti ideato da Canonical Ltd. inizialmente solo per Ubuntu, ma è adottato anche da altre distribuzioni. Parte di Ubuntu Core, il tool possiede un meccanismo per applicare aggiornamenti software.[1][2]

Uno Snap consente di installare un’applicazione con tutte le librerie di cui ha bisogno, separate dal sistema, vale a dire senza impegnare la versione più recente della libreria presente nel sistema operativo. In questo modo, vengono evitati conflitti di dipendenza fra applicazioni diverse (che richiedono una stessa libreria comune), e diviene possibile avere versioni non aggiornate o molteplici della stessa libreria o programma (all’interno di snap diversi) senza che sia necessario porre mano alla configurazione generale. Il processo eseguito da uno Snap è isolato dagli altri processi del sistema operativo.

Canonical ha comunicato che gli Snap funzionano nativamente anche sotto Arch, Debian, Fedora, e tutte le derivate ufficiali di Ubuntu.

L’estensione del formato utilizzata è .snap infatti gli Snappy possono essere installati sia dallo store di Ubuntu che dal pacchetto scaricato a parte; permette di aggiornare i pacchetti senza doverli ricaricare completamente (come avviene nei pacchetti .deb, .rpm ed etc.).

Dal 14 giugno 2016 altre distribuzioni oltre a Ubuntu, che ha creato snappy, hanno introdotto il supporto per il formato, tramite un apposito gestore: tra di esse, Fedora, CentOS, Debian, Arch Linux e Gentoo.

Usato nei device Ubuntu Touch’, Snappy è incluso in Ubuntu dalla versione 16.04.; gli sviluppatori possono creare pacchetti .snap con l’apposito tool , snapcraft, che gli permette di creare applicazioni desktop, servizi background e tool a linea di comando. Il pacchetto che però gestisce gli snap nel sistema in uso è Snapd, che si occupa di tutto ciò che riguarda Snappy. “

Per installare Scappy su Deepin non dovviano far altro che aprore il terminale e scrivere queste due semplici righe

$ sudo apt update
$ sudo apt install snapd

A questo punto andiamo sullo store Snapcraft e scegliamo l’applicazione che cogliamo installare

e scriviamo sul terminale

sudo snap install vlc

Qualche secundo per l’installazione e l’applicazione sara’ pronta all’uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

feedback_mix.png
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: